Home / Parco Nazionale della Sila

Parco Nazionale della Sila

Nel cuore della Calabria, immersi in un paesaggio di conifere, faggi e abeti , la Sila offre una varietà di paesaggi ineguagliabile.

“Il polmone verde della Calabria”, dove le alte montagne, alle cui pendici si adagiano placidi specchi d’acqua, lasciano spazio a vaste pianure attraversate da fiumi e torrenti, rendendo il ” Parco della Sila” un luogo desiderabile per gli amanti della natura.
Attraverso 66 sentieri, in tutte le stagioni dell’anno, la Sila offre percorsi diversificati agli appassionati di escursionismo, walking e trekking durante i quali si possono raccogliere funghi pregiati, castagne e frutti di bosco.
Lunghe passeggiate a cavallo, birdwatching, torrentismo e canyoning, sono solo alcune delle innumerevoli attività praticabili nel territorio silano caratterizzato da una natura ancora incontaminata e selvaggia.

Tre, i grandi laghi della Sila: il Cecita , l’Arvo e l’Ampollino, ricchissimi di trote e carpe dove il canottaggio e la pesca sportiva ma anche la possibilità di noleggiare canoe, pedalò e piccole imbarcazioni, completano il profilo vacanziero di questa località.

Ma la Sila, in inverno è anche un luogo magico e sorprendente, il posto più bello del sud Italia per gli sport invernali.
Camigliatello e Lorica vantano ottimi impianti di risalita, piste da sci, di fondo, la pista di bob, lunga più di un chilometro e offrono suggestive passeggiate diurne e notturne con le ciaspole.

Tanto sport porta appetito e… sedendosi a tavola si scopre che i sapori, in Sila, sono una vera e propria tradizione di famiglia.
Le massaie preparano e conservano i prodotti della terra esattamente come le loro nonne.
Il gusto si tramanda nel tempo e la genuinità resta costantemente la nota che contraddistingue la cucina.
Piccoli centri abitati costellano la zona: alcuni antichi e legati alle tradizioni del territorio, altri più moderni, dotati di infrastrutture a forte vocazione turistica.
Ciò che li accomuna tutti è la bellezza del paesaggio che sembra sospeso tra passato e presente, tradizione e modernità.